PORTOGRUARO -  Borgo S. Agnese

PORTOGRUARO - Borgo S. Agnese

Portogruaro è una graziosa cittadina medievale a slli 25 km da PSM.
Costituita da diversi borghi, oggi vi presento il mio preferito. 
Ci sono legata perchè qui sono cresciuta, dalla comunione al matrimonio, sino al battesimo dei miei figli.
Le origini medievali della cittadina sono visibili ancor oggi dalla cinta muraria che in parte è conservata proprio dalle TRE porte: Sant'Agnese, San Giovanni e San Gottardo.
Se entrate da Via Cavour, vicino alla porta sulla destra, si vedono i resti delle antiche mura di cinta e una torretta di guardia.
Sul lato sinistro trovate Via Rastrello, bellissimo percorso che attraversa il fiume e collega la porta di Sant'Agnese a quella di S. Giovanni che apre l'abbraccio al vero centro storico.
Da visitare la bellissima chiesa che in origine faceva parte di un monastero benedettino femminile e poi, circa da metà '400 ai Minori osservanti.
L'esterno è caratterizzato da una semplice ma bellissima facciata con un'importante rosone. 
L'interno è a navata unica con soffitto a capriate.
Vi sono particolarmente affezionata poichè ai lati dell'altare potete ammirare due splendidi "ANGIOLETTI" che sono stati donati alla parrocchia dalla mia nonna Mazzarotto Dolores.
E' arricchita da affreschi quattrocenteschi, che rappresentano le figure dei primi santi dell'ordine francescano.
Il simbolo rappresentativo del Borgo è la Porta che tra le tre sopravvissute ha conservato le caratteristiche e l'aspetto originari.
Questo Borgo racchiude molti edifici simbolo della città.
- Il MUSEO ospitato proprio all'interno della Torre di Sant'Agnese e al piccolo stabile attiguo.
Antiche mure di cinta e una torretta di guardia oggi ancora ben conservate.
Casa Pasqualis: oltre la porta sul lato sinistro, potete vedere una incredibile parete decorata con affreschi del XVI secolo
Chiesa delle Sante Agnese e Lucia: chiesa edificata nel 300 circa, fuori dalle cinta di mura della città. Da vedere al suo interno l'opera in terracotta, la Pietà, attribuita al modenese Guido Mazzoni (1450 - 1516)
Il Borgo ha le caratteristiche di altre zone della città: le abitazioni hanno grandi portici che accolgono negozi, ristorantini dove mangiare i tipici piatti veneti, bar, gioielleria, pasticceria, libreria, studi di professionisti per lo più avvocati, e banche.
L'ex monastero ha ospitato sino a poco tempo fa il Collegio Magistrale Femminile "Sacro Cuore" e l'Istituto Magistrale "Marco Belli".
Oggi è sede della Polizia locale.
Davanti la Chiesa si trovava originariamente la Filanda, oggi si è sviluppato un moderno complesso residenziale.
Fronte Chiesa si trova l'Oratorio, importante punto di ritrovo per bimbi e famiglie.
DA NON PERDERE: la terza domenica di luglio la festa della Madonna del Carmine
Si tratta della festa dedicata alla Madonna del Carmine. Durante il fine settimana nell'oratorio si svolgono attività sportive e a conclusione la domenica sera la cucina propone piatti tipici della zona.
 
FOTO archivio storico
I rimedi naturali per una casa pulita e .... SICURA !

I rimedi naturali per una casa pulita e .... SICURA !

Avete mai pensato ad utilizzare le essenze naturali per tenere pulita e disinfettata la vostra casa ? I normali detersivi purtroppo contengono spesso sostanze allergiche che utilizzandoli vengono liberate nell'aria e con il tempo possono creare problemi a voi, ai vostri familiari e persino ai nostri compagni a quattro zampe 
 
Nei locali di "servizio" pelle, apparato digerente e vie aeree entrano a diretto contatto con potenziali fonti di contagio quindi sta a noi porvi la massima attenzione.
 
* CUCINA: sale e caffè sono antibatterici
La cucina è uno dei luoghi dove non solo trascorriamo la maggior parte del tempo ma è il luogo dove conserviamo, prepariamo e consumiamo il cibo.
A causa del contatto con gli alimenti è importante detergere e sgrassare con prodotti naturali e non tossici.
Attenzione va posta anche ai batteri che si annidano sullo strofinaccio umido: privilegia la carta da cucina oppure sostituiscilo tutti i giorni e lo stesso vale per le spugnette che vanno sempre ben strizzate e asciutte.
- Sale Marino nella lavastoviglie: il sale per la lavastoviglie può essere sostituito con il sale da cucina; invece del brillantante usate 1/2 cucchiai di succo di limone inseriti nell'apposita vaschetta e il lavaggio ad apparecchio vuoto, che vi consiglio di fare almeno ogni 30 gg va fatto con un litro di aceto di vino rosso che oltre a disinfettare elimina il calcare.
- Argilla e Cannella sul lavandino: mescolate due cucchiai di argilla verde ventilata, un cucchiaio di bicarbonato e 20 gocce di olio essenziale di cannella. Mettetene un pò su una spugna umida e strofinate i piani di lavoro, perfetto anche sullo sporco più resistente del lavandino. Potete conservarla in un semplice vasetto di vetro ben chiuso.
- Frigo profumato con il carrè: inserite nel frigo una ciotolina di argilla verde che funge da assorbente e aggiungetevi 4 gocce di olio essenziale di salvia. Alternativa può essere quella di versare qualche cucchiaio di polvere di caffè (non usata) o dei chicchi.
Per la pulizia periodica che vi consiglio almeno una volta a settimana, usate un aceto aromatizzato con 5 gocce di olio essenziale di limone, da applicare con una spugna.
Passate poi un panno umido e infine asciugate.
 
** SOGGIORNO
- Per i tappeti: potete usare il bicarbonato da spargere e da lasciar agire 24 ore per poi rimuoverlo con l'aspirapolvere.
Ottima alternativa preparare uno "shampoo" utilizzando 2 tazze di bicarbonato, mezza tazza di sapone di Aleppo in scaglie, 20 gocce di olio essenziale di lavanda e 9 di alloro; spargete la miscela sul tappeto, risciacquate passandovi poi un panno imbevuto di acqua calda.
- Per schermi tv e pc: diverse volte alla settimana passate su Pc o Tv (ovviamente spenti) uno strofinaccio morbido imbevuto con poca acqua e aceto e ben strizzato.
Per pulirli dalla polvere utilizzate uno spray antistatico fatto miscelando un quarto di aceto bianco e tre quarti di acqua. Vaporizzatelo su uno straccio e passatelo sulle superfici.
- Per divani: Eliminate gli acari passando uno strofinaccio morbido a cui avrete aggiunto dell'essenza di cedro.Per i divani in tessuto utilizzate mezzo bicchiere di succo di limone per un litro di acqua, aggiungete un cucchiaio di bicarbonato.
Sempre con una pezzuola imbevuta e ovviamente ben strizzata, procedete strofinando la zona del divano da trattare. Lasciate agire pochi secondi e poi asciugate.
Per le tende aggiungete al lavaggio due cucchiai di aceto e qualche scaglia di sapone di Marsiglia, saranno ancora più fresche e profumate.
 
*** Zona INGRESSO
- Buona abitudine da acquisire dal popolo orientale e del Nord Europa è lasciare le scarpe sull'uscio. In periodo di Covid è diventata un'abitudine non solo buona ma fondamentale.
Se avete spazio predisponete una zona di "cambio scarpe" (basta comprare un piccolo vano portascarpe in semplice plastica bianca rapido e semplice anche da pulire). Si entra in casa così solo con le pantofole.
Lo zerbino va pulito periodicamente e... spesso: cospargetelo con della polvere di bicarbonato e aspiratela dopo 3 4 ore.
- Maniglie: Vi siete mai fermati a pensare a cosa si deposita sulla maniglia all'ingresso ? Vi si raccolgono i germi che avete raccolto in ufficio, al supermercato, sui mezzi pubblici.... 
Per eliminare questi batteri passatela con una soluzione di acqua calda, sapone di marsiglia e 5 6 gocce di olio di Tea Tree o di Eucalipto.
- Pavimenti: la zona dell'ingresso è la più trafficata ! E quindi quella dove vi si deposita qualsiasi tipo di agente inquinante. Per pulire bene questa zona (ma potete usare la ricetta per qualsiasi pavimento della casa), preparate un secchio di acqua calda, unitevi mezzo cucchiaio di detergente bio per i piatti e 10 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano, che profuma e contrasta la presenza di virus. Non serve risciacquare.
Per la zona camere, di solito in parquet, sciogliete nel secchio un cucchiaio di shampoo neutro biologico e procedete al lavaggio.
 
Volete un "tocco in più" per accogliere i vostri ospiti con un benvenuto olfattivo ?
Scegliete gli oli di pompelmo e arancio che hanno effetti antivirali. Versatene 5 6 gocce di ognuno nel diffusore o nell'acqua dei caloriferi.
 
BUONA VITA !


FOTO da secondamano
SUPERBONUS al 110%: Adeguamento Sismico, Miglioramento Sismico e Interventi Locali

SUPERBONUS al 110%: Adeguamento Sismico, Miglioramento Sismico e Interventi Locali

Tipologie di intervento sulle strutture già esistenti
- Adeguamento sismico
Sono interventi mirati al raggiungimento di prestazioni e condizioni di sicurezza previste dalle norme tecniche per i nuovi edifici.
Sono interventi di norma molto importanti ed invasivi con costi conseguentemente elevati. Richiedono un collaudo statico
Le norme vigenti prevedono l'obbligo dell'adeguamento sismico nel caso di sopraelevazioni ed ampliamenti, ed anche in cambi d'uso e trasformazione radicale del fabbricato preesistente.
In questa categoria ovviamente rientrano gli interventi di demolizione e ricostruzione.
- Miglioramento sismico
Sono interventi più piccoli che permettono di incrementare il livello di sicurezza strutturale e sono quindi opere meno onerose e tecnicamente più semplici.
Anche questo tipo di intervento è sottoposto a collaudo statico.
Dove non ci sia obbligo di adeguamento sismico, è possibile apportare interventi di miglioramento sismico.
- Interventi locali
Sono interventi specifici mirati alla riparazione di elementi strutturali isolati che presentano criticità dovute a danni o degrado e che servono a migliorare la sicurezza del fabbricato.
Non viene richiesto li collaudo statico.
- SISMABONUS 
Gli interventi per la riduzione del rischio sismico sono incentivati mediante specifica detrazione fiscale (sismabonus) che ha recentemente beneficiato degli incrementi al 110% in quanto viene considerato intervento trainante indipendentemente dalle altre opere da effettuare sullo specifico edificio al quale si fa riferimento.
Sono previsti per le abitazioni e per gli edifici produttivi ricadenti nelle zone sismiche 1 / 2 / 3 (non la 4 che è la meno pericolosa) per un tetto di spesa pari a € 96.000 per unità abitativa.
Il comma 4 dell'art 119 del DL 34/2020 estende l'agevolazione del beneficio del 110% a tutti gli interventi per la riduzione del rischio sismico anche se non comportano una riduzione di una classe.
Le categorie soggette sono sottoposte a verifica da parte del collaudatore statico, che è una delle figure tecniche che dovrà attestare la conformità degli interventi realizzati al progetto strutturale depositato.
Caorle e in generale la  nostra fascia costiera  si trova in zona sismica 4 e quindi non si applica il sismabonus. Mentre lo sono Portogruaro, Treviso e Udine. Per info qui trovate la mappa sismica del Veneto 
NOTA BENE
Grazie a questa novità importante adottata dal governo per rilanciare le imprese e l'economia italiana,, è possibile ora intervenire sulla vulnerabilità della propria casa, aumentandone sicurezza e stabilità e godendo di benefici fiscali che ci facciano rientrare delle spese sostenute.
* SUPERBONUS 110% 
Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. 
DETTAGLI  https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/superbonus-110%25
 
QUALI prodotti rientrano nell'Ecobonus 110% ?
- Fotovoltaico e batteria ! Evviva l'energia rinnovabile
- Solare termico: acqua calda in abbondanza con un grande risparmio sulla tua bolletta
- Pompa di calore 
- Sistema solare: fotovoltaico + pompa di calore
Tra gli interventi importanti (trainanti): 
-isolamento a cappotto dell'involucro opaco, isolamento del sottotetto o della copertura.
-Sostituzione del generatore di calore
L'importante è migliorare di almeno due classi energetiche e che si abbia la conformità urbanistica.
 
Se hai paura di perderti in questo mare di vantaggi e burocrazia, non ti preoccupare perchè noi ti aiutiamo seguendoti passo passo e dandoti l'appoggio di un bravo professionista specializzato in questo.
 
QUALITA' dell'ARIA nelle nostre case che rischi corriamo e come porvi rimedio

QUALITA' dell'ARIA nelle nostre case che rischi corriamo e come porvi rimedio

Pensiamo e ci preoccupiamo spesso dell'inquinamento in città ma in realtà c'è un tipo di inquinamento al quale dobbiamo stare veramente all'erta, la qualità dell'aria INDOOR
 
E' importantissimo, oggi più che mai, la qualità dell'aria all'interno delle nostre case e negli ambienti confinati quindi l'ambiente dove passiamo gran parte della giornata ovvero dove lavoriamo, mangiamo, dormiamo o ci rilassiamo.
 
* Le sostanze inquinanti che si nascondono in casa
 
Nelle nostre abitazioni ai nascondono inquinanti di diversa natura e diverse origini.
1) origine esterna, sono quelli più difficili da gestire perchè arrivano dall'esterno ma importante sapere che esistono e che ne teniamo conto quando aprendo la finestra pensiamo "facciamo cambiare aria" e spesso entrano sostanze negative
- monossido di carbonio
- particolato o polvere sottili
- allergeni stagionali (conosciuti banalmente come pollini)
- gas da allevamenti zootecnici (metano, CO....)
- gli inquinanti organici persistenti (come le diossine) 

2) origine interna, con origine da dentro casa e che spesso siamo noi stessi a produrre.
Pensate alle pulizie domestiche e ai detersivi che usiamo e ai quali non diamo sempre la giusta attenzione; cucinare, lavarsi o anche le caratteristiche di una casa come le pitture e le vernici utilizzate o gli stessi impianti di riscaldamento che possono generare sostanze tossiche che , se accumulate in concentrazioni elevate, rischiano di procurare grossi danni alla salute nostra e dei nostri cari.
- acari
- solventi e detersivi
- fumo di sigaretta
- vapori e fumi di cucina e bagno
- CO di camini e stufe
- muffe e batteri dovuti ad eccessiva umidità e ristagno di condense
- vernici, pitture e colle della nostra mobilia
- CO2 respirazione
 
** attenzione all'UMIDITA' che favorisce la formazione di muffe e batteri
** attenzione alla condensa che si forma negli spilt dell'aria condizionata non curati porta alla formazione di batteri pericolosi come la legionella
 
** RISCHI dovuti alla cattiva qualità dell'aria in casa
Tutte le sostanze nominate causano irritazioni dell'apparato respiratorio, generando non solo asma bronchiale in chi è più sensibile ma anche tosse ed infezioni.
Alcune come radon o fumo di sigaretta, possono causare danni ancora maggiori come l'insorgenza di tumori.
Da tenere conto anche dello STRESS che provochiamo al nostro apparato respiratorio dovuto da una cattiva ossigenazione che crea continue infiammazioni.
Se respiriamo male, dormiamo male e le apnee notturne di cui non ci accorgiamo, aggiungiamo stress deleterio al nostro organismo.
 
*** COME MIGLIORARE ? Si può ? CERTO !
Qualche semplice ma utile consiglio....
 
1 Prima di tutto la regola di "aprire la finestra" più volte al giorno va BENISSIMO per sostituire l'aria viziosa interna con aria nuova, sempre che, come indicato sopra, la nostra abitazione non sia circondata da fonti di inquinamento esterno negative.
2 Rimuovere la polvere da superfici e dai tessuti più spesso possibile
3 Utilizzare sensori elettronici che valutino l'umidità la temperatura e la presenza di fumi nelle ns case per azionare gli impianti di ventilazione meglio se in modo programmato o autonomo
4 Soluzione ECOLOGIA (da me preferita) utilizzare alcune piante capaci di convertire l'anidride carbonica in ossigeno ed eliminare dall'aria sostanze chimiche pericolose, come la formaldeide.
Ci sono delle semplici piante comuni (su studio dell'Università di Sheffield in Inghilterra), che hanno un'eccellente effetto sulla riqualificazione dell'aria.
Le migliori:
la Palma Areca, la Sansevieria e l'Epipremnum
più conosciute e altrettanto fantastiche il Ficus e l'Edera
5 ponete attenzione ai detersivi che usati e preferite sempre detersivi naturali ed ecologicamente sostenibili.
6 se amate come me gli OLI ESSENZIALI, imparate quali sono i migliori per la ns casa
Argilla e Tea Tree fanno brillare bagno e cucina
- argilla e cannella sul lavandino: due cucchiai di argilla verde con un cucchiaio di bicarbonato e 20 gocce di olio essenziale di cannella. Pulisce benissimo lavandino e piani lavoro
- sale marino al posto del brillantante nella lavastoviglie
- frigo profumato con il caffè oppure una ciotolina con argilla verde che ha funziona assorbente e 4 gocce di olio essenziale di salvia. Pulizia periodica dello stesso con aceto aromatizzato con 5 gocce di olio essenziale di limone. passate e poi asciugate bene
- acqua e aceto per pc e schermi tv (usate uno spray con un quarto di aceto bianco e tre quarti di acqua)
- per divani usa cedro e limone. (mezzo bicchiere di aceto per ogni litro di acqua) e per eliminare gli acari passate uno strofinaccio morbido dove avrete aggiunto l'essenza di cedro.
Lavanda e limone proteggono la zona giorno
- pulite periodicamente lo zerbino all'ingresso cospargendolo con polvere di bicarbonato da aspirare dopo 4 5 ore
- se possibile fate come i giapponesi, ovvero lasciate le calzature usate all'esterno in un'armadietto fuori casa o nella zona ingresso e cambiatevi 
- disinfetta bene le maniglie perfetto con una soluzione di acqua calda, sapone di marsiglia e 5 gocce di olio di eucalipto.
- lava frequentemente i pavimenti
Ricetta ottima: prepara un secchio di acqua calda, unisci mezzo cucchiaio di detergente bio per i piatti e 10 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano che profuma e contrasta la presenza di virus. Non serve risciacquare.
Per il parquet metti nell'acqua un cucchiaio di shampoo neutro biologico e procedi al lavaggio.
 
ULTIMO CONSIGLIO... una piccola chicca !
Le essenze di agrumi sono l'ideale per dare un benvenuto olfattivo e migliorare la concentrazione in studio o stanza dei figli studenti.
Scegli gli oli di pompelmo e arancio, che hanno anche effetti antivirali: versa 5 gocce di ognuno nel diffusore.
 
BUONA VITA
Sabina team ABC MARE

Site Language