PORTOGRUARO -  Borgo S. Agnese

PORTOGRUARO - Borgo S. Agnese

Portogruaro è una graziosa cittadina medievale a slli 25 km da PSM.
Costituita da diversi borghi, oggi vi presento il mio preferito. 
Ci sono legata perchè qui sono cresciuta, dalla comunione al matrimonio, sino al battesimo dei miei figli.
Le origini medievali della cittadina sono visibili ancor oggi dalla cinta muraria che in parte è conservata proprio dalle TRE porte: Sant'Agnese, San Giovanni e San Gottardo.
Se entrate da Via Cavour, vicino alla porta sulla destra, si vedono i resti delle antiche mura di cinta e una torretta di guardia.
Sul lato sinistro trovate Via Rastrello, bellissimo percorso che attraversa il fiume e collega la porta di Sant'Agnese a quella di S. Giovanni che apre l'abbraccio al vero centro storico.
Da visitare la bellissima chiesa che in origine faceva parte di un monastero benedettino femminile e poi, circa da metà '400 ai Minori osservanti.
L'esterno è caratterizzato da una semplice ma bellissima facciata con un'importante rosone. 
L'interno è a navata unica con soffitto a capriate.
Vi sono particolarmente affezionata poichè ai lati dell'altare potete ammirare due splendidi "ANGIOLETTI" che sono stati donati alla parrocchia dalla mia nonna Mazzarotto Dolores.
E' arricchita da affreschi quattrocenteschi, che rappresentano le figure dei primi santi dell'ordine francescano.
Il simbolo rappresentativo del Borgo è la Porta che tra le tre sopravvissute ha conservato le caratteristiche e l'aspetto originari.
Questo Borgo racchiude molti edifici simbolo della città.
- Il MUSEO ospitato proprio all'interno della Torre di Sant'Agnese e al piccolo stabile attiguo.
Antiche mure di cinta e una torretta di guardia oggi ancora ben conservate.
Casa Pasqualis: oltre la porta sul lato sinistro, potete vedere una incredibile parete decorata con affreschi del XVI secolo
Chiesa delle Sante Agnese e Lucia: chiesa edificata nel 300 circa, fuori dalle cinta di mura della città. Da vedere al suo interno l'opera in terracotta, la Pietà, attribuita al modenese Guido Mazzoni (1450 - 1516)
Il Borgo ha le caratteristiche di altre zone della città: le abitazioni hanno grandi portici che accolgono negozi, ristorantini dove mangiare i tipici piatti veneti, bar, gioielleria, pasticceria, libreria, studi di professionisti per lo più avvocati, e banche.
L'ex monastero ha ospitato sino a poco tempo fa il Collegio Magistrale Femminile "Sacro Cuore" e l'Istituto Magistrale "Marco Belli".
Oggi è sede della Polizia locale.
Davanti la Chiesa si trovava originariamente la Filanda, oggi si è sviluppato un moderno complesso residenziale.
Fronte Chiesa si trova l'Oratorio, importante punto di ritrovo per bimbi e famiglie.
DA NON PERDERE: la terza domenica di luglio la festa della Madonna del Carmine
Si tratta della festa dedicata alla Madonna del Carmine. Durante il fine settimana nell'oratorio si svolgono attività sportive e a conclusione la domenica sera la cucina propone piatti tipici della zona.
 
FOTO archivio storico